Paperman

Giuseppe Leo 16 febbraio 2013 0
Paperman

È un cortometraggio animato di origine statunitense nato nel 2012 dalla produzione della Walt Disney. In origine era solo in abbinamento al film d’animazione Ralph Spaccatutto, o almeno così è stato trasmesso per la prima volta ma si è rivelato essere un piccolo grande successo dell’animazione. Attualmente ha ricevuto una nomination come miglior cortometraggio d’animazione per l’85 esima edizione degli Oscar. Il cortometraggio non ha dialogo e non serve arrivare alla fine per comprendere che a volte le parole non servono. I nostri personaggi George e Meg si trovano nella città di Manhattan nel anno 1940. George viene colpito da un foglio portato dal vento, lo vede volare via e dietro c’è Meg la quale lo recupera e con imbarazzo attende il treno con lui. Ad un tratto però anche a lui parte un foglio a causa del vento che finisce sulla faccia di lei, su di esso si stampa il segno del suo rossetto, sarà di fatto l’unico elemento colorato di questo corto in bianco e nero.

I due vengono separati ma arrivato a lavoro e afflitto dalla mole alienante di questo, George si affaccia dalla sua finestra e si rende conto che nell’edificio di fronte c’è Meg a quel punto fa di tutto per attirare la sua attenzione usa i documenti con cui doveva lavorare per creare centinaia di aeroplanini ma non ci riesce, usa così anche l’ultimo quello con il suo bacio stampato ma niente. Proprio quando George ha perso le speranze, tutti gli aeroplanini raggiunti dall’ultimo prendono magicamente vita e volano in fila indiana per raggiungere George che si era catapultato in strada per cercare la ragazza. Lo costringono letteralmente a cambiare strada e a prendere un treno. Meg viene invece raggiunta dall’aeroplanino con il suo rossetto, la ragazza capisce e lo segue, prendono due treni diversi ma si rincontreranno nella stessa stazione. Questo corto ruba pochissimo tempo ma dona qualcosa di più a chi lo guarda, toccano per un attimo la sua anima per restituire emozioni che stiamo dimenticando con il cinema di oggi. Insomma vederlo ne vale veramente la pena in un epoca storica in cui siamo costretti a correre per concludere qualcosa di buono, questi 6 minuti rallegrano l’animo conquistandolo. Il corto è finalmente possibile visionarlo su internet senza alcun problema, in quanto è stata la stessa Disney a pubblicarlo sul canale YouTube. Affascina perché nella sua semplicità è un mix straordinario di quotidianità e magia.

Lascia un tuo commento »

What is 5 + 8 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)