Test Delle Intolleranze Alimentari Metodo Kinesiologico: come funziona? Per noi, alla grande!

Risorse 27 ottobre 2016 0
Test Delle Intolleranze Alimentari Metodo Kinesiologico: come funziona? Per noi, alla grande!

Dopo aver personalmente sperimentato l’innovativo metodo kinesiologico per l’individuazione delle intolleranze alimentari, ho deciso di condividere con voi la mia impressione positiva su questo test assolutamente non invasivo, velocissimo e stupefacente. Il Test è eseguito da un naturopata, non ha assolutamente controindicazioni ed è di facile esecuzione. In pratica il test funziona testando la reattività dei muscoli corporei a contatto con determinate sostanze, ma non a contatto col liquido contenuto nelle fialette, bensì con le fialette stesse. Il principio è il medesimo che si può provare mettendo la mano sinistra sulla batteria del cellulare e formando un cerchio con indice e pollice della mano destra. Dovremo stringere il cerchio, con la punta delle dita, di modo che il medico, con due dita all’interno del cerchio, non possa aprirlo. Ebbene, tenendo la mano destra sulla batteria, perderete forza ed, involontariamente, egli riuscirà a rompere il vostro cerchio. Non c’è trucco e non c’è inganno perché basterà provare quant’è difficile opporre resistenza ad un cerchio ben saldo tra pollice ed indice!

Bene, quando verrete a contatto con l’energia degli alimenti, toccando le varie fialette, dovrete ripetere il test di forza. Nel caso in cui foste intolleranti ad un determinato alimento, perdereste forza ed il medico riuscirebbe nuovamente a rompere il vostro cerchio! Inizialmente porrete la mano sinistra su 10 fialette. Se perderete forza, il medico vi farà ripetere il test fialetta per fialetta, fino all’individuazione dell’alimento a cui sarete intolleranti!

Una volta completato il test delle intolleranze, solitamente, il naturopata vi sottoporrà il test dei fitoterapici che possono riportare il vostro organismo al perfetto equilibrio. Si tratta d’integratori erbacei o vitaminici. In questo caso, se perderete forza, significherà che avrete bisogno di quegli integratori. In questo modo, saprete quali cibi non assumere per un determinato periodo di tempo, ma riceverete, altresi, una cura per riportare il vostro organismo all’ancestrale benessere!

Le intolleranze alimentari possono provocare sintomi fastidiosi e spesso non strettamente correlati al problema. I sintomi più comuni di un’intolleranza alimentare sono: crampi addominali, mal di pancia, nausea e vomito. Spesso, però, vi sono sintomi atipici dovuti al perseverare nel consumare un alimento che il nostro corpo non tollera quali: stanchezza, ansia, insonnia, acne, faringite, raucedine, asma, cistite, obesità e dolori articolari, sino ad arrivare alla depressione.

Molto spesso eliminando dalla dieta, per un certo periodo, gli alimenti di cui siamo intolleranti, si può ovviare al problema ed eliminare in breve tempo i disturbi. Ma, ricordate, le intolleranze non sono allergie. Presto, dunque, previo nuovo test, potrete tornare ad assumere gli alimenti che adesso producono tossine dannose per l’organismo!

 

Lascia un tuo commento »

What is 8 + 7 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)