RisorseOnline


Home





Home > Tutorial >Le emorroidi, che cosa sono, come curarle e prevenirle

  Italiano   
Select Language Close

Italiano


 

emorroidi

CHE COSA SONO LE EMORRIDI, COME CURARLE E COME PREVENIRLE



CHE COSA SONO LE EMORROIDI


Sono cuscinetti di tessuto spungnoso ricco di vasi sanguigni che hanno la funzione di chiudere completamente il canale anale e contenere quindi liquidi e gas. Si gonfiano e sgonfiano attraverso l'afflusso ed il deflusso del sangue
Quando questi tessuti subiscono delle modificazioni accompagnate da importanti disturbi siamo di fronte alla malattia emorroidaria.
In Italia si calcola che oltre il 50% della popolazione adulta ne soffra.

SEGNI E SINTOMI

Il sanguinamento dell'ano rappresenta il segno più frequente. Spesso inoltre il paziente lamenta un fastidioso prurito.
Talvolta compare dolore, soprattutto al momento della defecazione, gonfiore, perdite di muco.

CAUSE

Le vere cause della malattia emorroidaria sono sconosciute, anche se esistono numerosi fattori che la favoriscono, come:

  • PREDISPOSIZIONE EREDITARIA
  • STITICHEZZA
  • DIETA POVERA DI FIBRE
  • SOLLEVAMENTO DI PESI ELEVATI
  • GRAVIDANZA E PARTO

TIPI DI EMORROIDI


EMORROIDI INTERNE: posizionate all'interno del canale anale. Possono provocare dolore, sanguinamento, prurito, in relazione al passaggio delle feci.

EMORROIDI ESTERNE: situate fuori dall'ano. Queste possono fuoriuscire all'esterno durante la defecazione per rientrare spontaneamente all'interno, oppure spingendole manualmente, o ancora rimanere definitivamente esterne. Possono complicarsi con la formazione di coaguli (trombosi emorroidaria)

I QUATTRO GRADI DELLA PATOLOGIA
La patologia peggiora con il passare del tempo e, in base alla sede e alle dimensioni del cedimento della mucosa rettale, viene classificata in quattro gradi:

  • 1. Quando si va di corpo le emorroidi scivolano all’interno del canale anale e l’unico sintomo è il sanguinamento.
  • 2. Le emorroidi fuoriescono (prolassano) dall’ano quando si va di corpo, ma ritornano spontaneamente nella loro posizione iniziale. Il paziente avverte una sensazione di “corpo estraneo” anale che scompare una volta che ha finito di espellere le feci.
  • 3. Le emorroidi fuoriescono dall’ano quando si va di corpo. Il paziente le rimetterà nella loro posizione iniziale manualmente.
  • 4. Le emorroidi fuoriescono indipendentemente dalla espulsione delle feci, anche per un qualsiasi sforzo (tosse, sollevamento pesi).

 

 

emorroidi di primo grado
emorroidi di primo grado
emorrodi di secondo grado
emorrodi di secondo grado
emorrodi di terzo e quarto grado
emorroidi di terzo e quarto grado

 


COME CURARE LE EMORROIDI

Il primo grado solitamente può essere curato con dei farmaci assunti per via orale ( ad esempio il Daflon 500mg) accompagnati da pomate, unguenti supposte e creme varie (Preparazione H o Proctolyn) che hanno una certa e temporanea attività ed utilità. Sempre in questi casi, quei farmaci topici che contengono eparina e derivati o minime percentuali di cortisonici hanno una utilità per trattamenti di breve durata.

Terapie locali non chirurgiche (come la legatura elastica o la crioterapia, coagulazione con raggi infrarossi o la terapia sclerosante) sono considerate infatti metodiche palliative con risultati tanto meno validi quanto più seria sia la patologia emorroidaria.

Se la malattia emorroidaria è irriversibile (ovvere le emorroidi non ritornano nella loro sede dopo un breve periodo farmacologico), è possibile che debbano essere operate quindi chirurgicamente.

Gli interventi chirurgici sono diversi e vanno dal laser ( che non ha altra funzione che quella di un raffinato bisturi elettrico. Non dà alcun vantaggio che ne giustifichi l’uso, dato il costo elevato che vien fatto ricadere di solito sul paziente), all'emorroidectomia secondo Milligan e Morgan,al metodo Longo, all'emorroidectomia radicale.

 

Come scegliere un intervento piuttosto che un altro? NON SU INTERNET, NON LEGGENDO QUESTO SEMPLICE ARTICOLO.
Il consiglio è quello di rivolgersi in primo luogo al proprio medico curante e successivamente ad un medico chirurgo specializzato in PROCTOLOGIA. La visita proctologica dovrebbe essere completata con una videoproctoscopia digitale, indagine che confermerebbe senza dubbio il grado della patologia.

COME PREVENIRE LE EMORROIDI

Svolgere una costante attività fisica (passeggiate, ginnastica - aiutano a combattere la stitichezza); abolorie il fumo, evitare di sollevare oggetti pesanti.

Sono da evitare i pasti abbondanti, le bibite gassate, la birra, il vino, i caffè forti, i superalcolici, thè, insaccati, cacciagione, grassi di origine animale, formaggi fermentati, il cacao, i dolci grassi, cibi salati, piccanti e speziati, le fritture.

Sono da preferire pasta o riso conditi a crudo con olio di oliva o burro, cereali integrali, latticini freschi. Tutti i giorni consumare abbondanti porzioni di verdura e cibi ricchi di fibre che facilitano i movimenti intestinali.

E' importante bere molto, almeno due litri di acqua al giorno.

 

 

 

FONTI: ALFA WASSERMANN

CHIRURGIATORINO.IT

ATTILIONICASTRO.IT

 

 

Se hai altre domande che ti tormentano cerca qui sotto:
 
Web www.risorseonline.com




Links consigliati emorroidi