Dieta a zona, tutti i consigli per una forma perfetta

Giuseppe Leo 1
Dieta a zona, tutti i consigli per una forma perfetta

L’estate si avvicina quindi tutti quando ci sediamo a tavola iniziamo ad usare più disciplina ed attenzione di quanto non facciamo durante l’anno. Ma ora tutto cambia, bisogna prepararsi all’esame che tutti affrontiamo prima di andare a mare, ovvero la prova costume. Si cerca così in tutti i modi un compromesso  con il proprio aspetto fisico. Ultimamente poi la tv continua ad influenzare le nostre scelte consigliandoci più e più volte la dieta a zona. Sarà veramente così efficace? Quali consigli è meglio seguire? In primis è importante ricordare che bisogna sempre parlare prima con un professionista. Numerose comunque sono le ricette che seguono le regole per la dieta a zona. Tutto questo coordinando sempre le ricette con una sana attività fisica con particolare attenzione alle diverse zone interessate ovviamente. La dieta a zona è sempre più considerata per diversi aspetti, come ad esempio creare facilmente da sè le pietanze, ma anche perché a differenza di tante altre diete permette una miglior perdita di grasso corporeo, principalmente grassi saturi  in eccesso su tutto il corpo. Così facendo si ottiene automaticamente una diminuzione dei valori del colesterolo, della glicemia e della pressione ovviamente. Anche un miglioramento della ritenzione idrica, ma cosa fondamentale, un  miglioramento molto più veloce ed effettivo della linea.

La dieta a zona insegna anche a nutrirsi in maniera più sana, rispettando così  ogni parte del corpo e dando modo all’organismo di lavorare nel pieno delle sue efficienze ed al massimo della salute. Un altro fattore fondamentale sono gli studi da dove questa dieta è partita. Ovvero dagli studi del Premio Nobel Dr. Vane. Secondo questi studi, quasi basati sul solito detto, “Siamo quello che mangiamo”, pare che il cibo venga usato quasi come un telecomando per il nostro corpo. Ogni particolare cibo infatti stimola, in maniera altrettanto particolare i nostri ormoni,  tutto questo in maniera del tutto equilibrata e ancor di più riproducendo delle risposte sensate che stimolano il nostro organismo a lavorare in maniera ottimale per ben 24 ore al giorno. Tutto è calcolato nel migliore dei modi, fondamentale è rispettare la percentuale, ovvero 40% di carboidrati, 40% di proteine e il 20% di grasso e non separatamente. Ogni pasto infatti contiene tutte e tre le sostanze, senza escluderne mai nessuna, tutto moderatamente pesato e scandito nei 5 pasti del giorno. Ovvero una colazione, uno spuntino, un pranzo, uno spuntino e la cena. Questa dieta è praticamente l’evoluzione della già tanto famosa dieta mediterranea.

 

One Comment »

  1. Luigi 6 ottobre 2012 at 13:45 - Reply

    [qquote]
    rispettare la percentuale, ovvero 40% di carboidrati, 40% di proteine e il 20% di grasso e non separatamente.
    [\quote]
    Veramente sarebbe 40% di carboidrati, 30% di proteine e il 30% di grassi (quelli buoni essenziali per il dimagrimento)

Lascia un tuo commento »

What is 8 + 8 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)