Pilates: benessere fisico e mentale

Luna 0
Pilates: benessere fisico e mentale

Se si può indicare lo sport più diffuso tra le star, questo è certamente rappresentato dal pilates.

È stato ideato da Joseph Pilates agli inizi del ‘900, con il nome Contology.

Ha pubblicato due libri al riguardo: Return to Life through Contrology e Your Health: A Corrective System of Exercising That Revolutionizes the Entire Field of Physical Educatio.Si è diffuso molto presto ad alti livelli, basti ricordare Katharine Hepburn, Gregory Peck e Martha Graham tra le star più indietro nel tempo, ma più attualmente Madonna, Jennifer Aniston, Sarah Jessica Parker, Courteney Cox e Marcia Cross hanno contribuito al suo successo, anche tra le persone comuni.
Questo tipo di ginnastica presenta numerose analogie con lo Yoga, dal momento che il suo creatore è stato influenzato da questa antica disciplina orientale, insieme al Do-In, originario del Giappone.

È un metodo rivolto a chiunque, di qualsiasi sesso o età, che punta al benessere, sia fisico che mentale.

Il corpo migliora sotto il punto di vista della forza muscolare, ma senza aumentare eccessivamente di massa. Diventa più tonico, snello, più coordinato.

Con il pilates si impara a respirare in modo corretto, ad assumere la postura ideale e a migliorare tutti gli aspetti legati alle nostre capacità cardiovascolari. Si tratta però anche di una ginnastica mentale: agisce infatti sul lato interiore perché favorisce la distensione, il rilassamento, portando a superare i problemi legati allo stess.

I suoi principi fondamentali sono:
– la Respirazione: è il fulcro di questa disciplina. Deve essere controllata e regolare e dare vita a una sorta di ritmo del movimento, per permettere il massimo rilassamento, che a sua volta favorisce la miglior ampiezza dei movimenti e capacità di allungamento.
– il Baricentro: il pilates punta a stabilire il baricentro, il Power House, che è il centro di forza e di controllo di tutto il corpo. Riguarda la zona addominale, lombare e dorsale.
– la Precisione: ogni movimento deve essere controllato e misurato, per avvicinarsi il più possibile all’ideale di perfezione dell’esercizio effettuato.
– la Concentrazione: il pilates impone la massima attenzione in ogni aspetto del movimento e ogni parte del corpo deve essere supervisionata dalla mente, in modo che rispecchi il movimento desiderato.
– il Controllo: quando si eseguono gli esercizi di pilates, ogni mossa, ogni gesto deriva da una volontà ben definita, non devono esserci movimenti trascurati o approssimativi.
– la Fluidità: ogni movimento deve essere armonico e fluido, senza scatti o gesti bruschi.

Anche su Internet si possono trovare lezioni video per imparare il pilates.

Eccone un esempio su Youtube:

Lascia un tuo commento »

What is 4 + 5 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)