Google Play: passato, presente e futuro del web

Giada 0
Google Play: passato, presente e futuro del web

Parlare di Google è diventato ormai un’abitudine quotidiana per gli appassionati del world wide web.
Il papà della rete continua a crescere, reinventarsi e a offrire servizi innovativi, vedi il lancio di Google Wallet.

Oggi approfondiamo la conoscenza di Google Play, lo store online dove acquistare musica, libri, App e molto altro ancora.
Definito dai più maligni “la brutta copia di iTunes”,  in realtà lo shop online per applicazioni di proprietà della Google Inc è un’ottima piattaforma, che agevola l’utente a una navigazione semplice e intuitiva.
In più ci sono i numeri a parlare: nel 2009 le applicazioni disponibili erano 2.300, oggi sono più di 700.000 con 25 miliardi di download all’anno.
Una crescita così veloce è compatibile con l’ampliamento del sistema operativo Android, presente ovviamente anche su tutti i devices firmati Google, come i modelli della serie Nexus.

Come accedere a Google Play?

Entrare e scaricare su Google Play è facile e gratuito.
Una condizione sine qua non è avere un account Google già esistente e accedere con questo, vedi Gmail.
Nella HP del sito è presente la voce “Accedi” e compilando la sezione con i propri dati si può cominciare a cercare tra tutti i contenuti, quello che desideriamo.

L’accesso a Google Play è possibile da ogni dispositivo collegato alla rete (smartphone, tablet, notebook e pc). Se scaricati su un dispositivo fisso, i contenuti vengono poi direttamente condivisi, appena il dispositivo mobile è collegato.

Ovviamente l’accesso al Play di Google dagli smartphone è più facile e veloce scaricando l’applicazione apposita. Indovina dove puoi scaricare questa utilissima App?  😉

Lascia un tuo commento »

What is 6 + 10 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)