Come preparare detersivi fatti in casa

Giuseppe Leo 0
Come preparare detersivi fatti in casa

Il web è pieno di consigli per risparmiare in tutti i modi possibili e inimmaginabili, uno di questi metodi per risparmiare ricorda un po’ i vecchi metodi delle nostre nonne. In realtà poi basta pensarci un po’ su e si ci rende conto che questi metodi aiutano non solo a risparmiare ma anche a rispettare l’ambiente. Certo perché i detersivi fatti nelle grandi fabbriche portano dietro tutta una lavorazione che non sappiamo bene come va ad incidere sull’ambiente. Visti i tempi di crisi un po’ di fai da te non fa male, addirittura facendo un po’ di conti si è arrivati a concludere che ci si può abbattere del 30% le spese domestiche. Pare ad esempio che sia possibile ottenere uno sgrassatore dalle bucce del limone, per farle agire perfettamente basta tenerle immerse nell’alcool per tre mesi. Questi tre mesi sono necessari per far si che il liquido si sciolga nell’acqua. L’aceto e la coca cola pare siano molto utili in forma base per rimuovere il calcare. Si rimane stupiti a sapere quante cose ci sono intorno a noi che possono essere utilizzate in molti modi diversi. Prendiamo ad esempio le erbe aromatiche, come ad esempio l’alloro o il tiglio, se immersi nell’alcool come per il limone, solo che queste questa tipologia di erbe è possibile ricavare dei detergenti, ottimi per pulire il marmo e il vetro.

 

Vecchia e ben saputa è l’utilizzo ottimo che si da al latte andato al male è ottimo per ripulire oggetti d’argento. A prescindere da quanto può far bene all’ambiente questo comportamento è anche vero che per ironia della sorte è quasi come aver fatto un salto indietro di 50 anni. Come quando i nostri nonni lavavano i piatti nell’acqua di cottura della pasta, perché l’amido ripuliva meglio del sapone. Ma infondo i consumatori devono pur difendersi in qualche modo, quando poi l’unico tentativo delle grandi società è stato solo quello di immettere sul mercato delle fiale di sapone da diluire nell’acqua con la scusa di eliminare la plastica. Dobbiamo solo sperare per i consumatori che anche il prezzo sia realmente diminuito e che la qualità non sia peggiorata. Non c’è bisogno comunque di comperare libri sull’argomento, il web è pieno di consigli utili. Una cosa è sicura, potersi fabbricare da se i detersivi può essere una manna dal celo per quelli intolleranti o allergici a tanti prodotti. Come contenitori possono essere utilizzati i classici e vecchi contenitori, come lo spruzzino. Se vogliamo fare dei detersivi che possono essere utili per i panni, dobbiamo sapere che l’ingrediente base sono le scaglie di sapone vegetale. Se però su di un capo che deve andare a lavaggio c’è una macchina troppo grossa è sempre meglio strofinarci sopra del sapone e falla riposare un po’ prima di metterla a lavaggio, in modo che il sapone si insinui per bene nel tessuto.

Lascia un tuo commento »

What is 8 + 5 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)