Gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare

Giuseppe Leo 0
Gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare

Generalmente in molti pensano che le donne devono prestare molta attenzione durante la gravidanza. Ma in quanti sanno che prima sono gli uomini a dover prestare attenzione alla propria alimentazione per evitare problemi di fertilità e in seguito problemi ai nascituri? Infatti più grassi assumono gli uomini nella propria alimentazione meno spermatozoi si hanno a disposizione per fecondare gli ovuli. In realtà non è così semplice, si tratta insomma di dosi eccessive, l’alimentazione maschile influenza di gran lunga la qualità degli spermatozoi. Tutto ciò esce fuori da un vasto studio il quale ha coinvolto un centinaio di uomini con un’attenzione scrupolosa verso il livello di spermatozoi. Rilevando quindi che con un aumento di grassi Omega-3 e una riduzione di grassi saturi oltre a migliorare la salute generale aumenteranno anche quella legata alla riproduzione. Si parla molto di ciò che fa male, quindi è bene ricordare anche ciò che fa bene, come i grassi Omega-3 per gli uomini per le donne il Salmone è uno degli alimenti sostanziosi che farebbe bene consumare più spesso. Infatti se per gli uomini l’Omega-3 aumenta la vitalità negli spermatozoi nelle donne aumenta gli acidi grassi nel latte materno. Anche questa affermazione è frutto di una lunga ricerca fatta su gruppi di donne a cui sono state somministrate diete diverse, una con un massiccio apporto di Omega-3.

Queste ultime, una volta analizzato il latte, hanno riscontrato solo apporti fondamentali e corretti per la crescita e lo sviluppo del feto e i primi periodi di vita del bambino. Ma anche  fare un eccesso di salmone, bene non fa, in quanto provoca una diminuzione di un importante anticorpo fondamentale per i neonati nel combattere le infezioni. Ecco perché come alimentazione potrebbe essere inserito durante la fine del periodo di gestazione, quindi nell’ottavo e nono mese. Per i mesi precedenti si può seguire lo stesso stile di vita che andrebbe seguito sempre, ovvero due porzioni di pesce a settimana. Per il resto è bene ricordare che le mamme e i papà in sovrappeso mettono in pericolo di salute i figli che ancora devono nascere. Colesterolo, glicemia e pressione sono i tre fattori a cui vanno incontro bambini giovanissimi nati da genitori obesi. Da grandi poi i bambini non solo saranno esposti ad una scarsa conoscenza nella corretta alimentazione ma anche ad ipertensione, iperglicemia e ipercolesterolemia. Sia da piccoli che da grandi e durante la gestazione si corrono dei rischi, come i fattori cardiovascolari, problemi pesanti ancora prima di nascere.

Lascia un tuo commento »

What is 8 + 7 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)