3DS: La situazione della console portatile Nintendo

Luna 0
3DS: La situazione della console portatile Nintendo

L’ultima console portabile Nintendo, giunta all’ottava generazione, è uscita nel marzo del 2011 e ha fatto molto parlare di sé. Non sempre in modo positivo, a dire il vero, complice un lancio andato male e i primi mesi di vendite molto al di sotto delle attese. Tra i motivi di questo scarso successo c’è certamente il prezzo d’uscita: 259 euro per una console portatile era sembrato davvero eccessivo, tanto da tener lontani molti acquirenti. Questo ha costretto i vertici Nintendo, guidati dal presidente Satoru Iwata, a tagliare drasticamente il costo, a un terzo dell’originale, il 12 agosto 2011. Per risarcire coloro che avevano comprato il 3DS al prezzo intero sono stati offerti gratuitamente 20 giochi NES e GBA. E ora com’è la situazione della console portatile nipponica?
Per fare un veloce confronto, nei primi 12 giorni di agosto 2011 sono state vendute 50 mila unità, nei restanti giorni dello stesso mese si sono raggiunte le 185 mila. Un aumento del 260% rispetto al mese precedente. A inizio di quest’anno le vendite erano a 15 milioni di unità totali, ma Satoru Iwata ha dichiarato che Nintendo finora ha sempre venduto in perdita e che comincerà a guadagnare qualcosa solo da quest’anno. Si calcolano comunque circa 639 milioni di euro di perdita per l’anno fiscale appena trascorso per Nintendo, complice anche la situazione stagnante della Wii, giunta ormai al sesto anno di vita.
Nell’ultimo periodo, i giochi per 3DS stanno viaggiando a vele spiegate, basti pensare alle due versioni Pokemon Bianco e Nero 2, che segnano il migliore debutto per un titolo della serie con 1,5 milioni di copie nei primi due giorni. Arriverà in Europa solo in autunno.
Inoltre, nonostante vecchie dichiarazioni, Nintendo ha rivelato qualche giorno fa il nuovo restyling del 3DS che, come era stato fatto a suo tempo per il DS, sarà costituita dalla sua versione XL. La dichiarazione ha lasciato gli appassionati molto interdetti, soprattutto in considerazione delle specifiche della nuova console portatile “gigante”. Le dimensioni, che prevedono uno schermo del 90% più grande dell’originale (4,88 pollici lo schermo superiore e 4,18 quello inferiore), rendono il 3DS molto meno portatile: 93 x 156 x 22mm e un peso di 336 grammi. Ma il problema più grande, a detta del popolo di Internet, è il fatto di non aver previsto un secondo pad analogico sulla destra. In sostituzione, è previsto un accessorio apposito, il Circle Pad Pro: una scocca nella quale inserire il 3DS, riducendone ancora di più la portabilità.
Il prezzo del 3DS XL dovrebbe aggirarsi intorno ai 200 euro, già sufficientemente basso, quindi, per evitare i problemi sorti con la sua versione precedente al momento del lancio.

Lascia un tuo commento »

What is 4 + 7 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)