Passeggini Peg Perego, guida all’acquisto

Giuseppe Leo 0
Passeggini Peg Perego, guida all’acquisto

Uno dei marchi più conosciuti in Italia dalle mamme, quanti bambini sono stati portati in giro dai passeggini Peg Perego, questo marchio leader nel settore per l’infanzia ha sul mercato, oltre ai passeggini, anche seggioloni per auto e non e tutti quei giocattoli che sappiamo si possono cavalcare. La sede principale è in Italia, ma questo marchio così importante si è esteso anche in Brasile, nel Canada e negli Stati Uniti. Questo grande marchio nasce da Giuseppe Perego nel 1949, da un lavoro personale, una carrozzina per il proprio figlio, la quale stupì i suoi vicini. Questi a sua volta chiesero dei carrozzini personalizzati, man mano le voci sono girate così tanto che da lì nacque una società. Dal 1960 questo marchio è ancora più maturo, riesce ad assottigliare e a rendere i particolari un vero marchio di fabbrica. Un periodo di creatività che però non è mai terminato portando il marchio a crescere sempre di più. Attualmente sono presenti sul mercato tantissimi modelli legati a questo marchio, sia singoli che per gemelli, insomma c’è quasi lo stesso imbarazzo della scelta che si trova davanti ad un auto in una concessionaria.

I modelli legati a questo marchio partono da una cifra fra i 150 e i 600 euro, bisogna capire cosa si vuole realmente. Un modello classico, forse fra quelli più scelti c’è il Passeggino Peg Perego Pliko Mini, la nuova versione è un modello super leggero per questa casa. Per tutte le mamme che scendono in strada con i propri figli e che devono utilizzare i mezzi pubblici. Ma non solo anche per tutte colore che sono costrette a piegare ogni volta il carrozzino per farlo salire in auto, questo non sarà un lavoraccio. Grazie alle sue dimensioni ridotte in particolar modo quando è chiuso. Anche perché la chiusura è molto semplice, un gesto veloce nella massima praticità. Poi visto i tempi di crisi, un passeggino economico è la prima cosa che si cerca, crescere un figlio nel 2000 non è proprio uno scherzo da ragazzi. Figuriamoci poi se è anche pratico e leggero, la sua chiusura è detta ad  ombrello, per i bambini poi risulterà anche comodo, visto che lo schienale è reclinabile in 3 posizioni diverse, anche il poggia gambe è regolabile in 2 posizioni diverse. Le ruote sono molleggianti e hanno la caratteristica di essere perfettamente in coordinato con la fantasia. E l’utilizzo può essere anche abbastanza prolungato nei primi anni del bambino, questo perché la cintura di sicurezza è regolata fino a 5 punti. 

Lascia un tuo commento »

What is 10 + 4 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)