autoradio, storia di un mito!

Giuseppe Leo 0
autoradio, storia di un mito!

Uno dei grandi salti tecnologici dell’uomo è stata la possibilità di portare la radio con sè su un mezzo di trasporto quale l’autovettura. La nascita dell’autoradio è dovuta al genio di due fratelli, i Galvin, i quali fondarono la Corporation nel 1928, producendo il primo modello due anni dopo nel 1930. La cosa che può risultare simpatica è che al primo modello di autoradio venne messo il nome di Motorola 5T71. Quasi in parallelo con questo nuovo strumento, nel 1936 e viene installata nelle auto della polizia americana una ricetrasmittente chiamata appunto Radio. L’evoluzione è dovuta al passaggio e all’introduzione dei transistors al posto delle valvole, in quanto più piccole e più sicure rispetto a queste ultime. Una sagoma caratteristica di questo oggetto erano i due pomelli necessari per la regolazione del volume. Resteranno fino all’arrivo dei modelli più tecnologici della Grundig che grazie ad un sistema meccanico riusciranno a memorizzare le stazioni radio. Questo e altri grandi nomi si susseguiranno nel corso degli anni, come ad esempio la Becker specializzata per impianti a Mercedes e Porsche. Produrranno così la prima autoradio realizzata completamente a transistor. Fino ad arrivare nel 1963 con un marchio storico quale la Philips che si fa sentire prepotentemente sul mercato introducendo il primo autoradio con lettore di cassetta. Ma l’Italia non è stata di certo a guardare producendo negli anni ’80 il primo frontalino estraibile.

In quegli stessi anni vengono introdotti  i primi esemplari di sinto CD. Oggi l’evoluzione lascia quasi senza parole, adesso nelle autoradio sono presenti anche i GPS e TV. Addirittura alcune permettono anche seguire il telegiornale, o per alcuni autoveicoli di stazza grande, collegati a telecamere sul retro della macchine permettono di visionare di persona lo spazio a disposizione per il parcheggio. Attualmente uno dei modeli più tecnologici è il Tokai Autoradio, con possibilità di inserire la chiavetta USB e con SD MMC e iPod LAR-302. Il prezzo non è neanche troppo alto si aggira intorno ai 55 euro. Con 2 anni di garanzia come per tutti i prodotti tecnologici, tv e pc. Ha un frontalino amovibile, la potenza in uscita è di 4 x 40 W. Un ulteriore modello, molto più costoso ma ovviamente altamente tecnologico è l’autoradio DVD 1DIN GPS IGO8 TV con dispositivo Bluetooth USB SD MP3 MP4 e la possibilità di inserire i comandi al volante dell’autista. Il prezzo si aggira intorno ai 250 euro, ma permette di soddisfare tutti quei clienti che desiderano in un unico dispositivo tutto ciò che c’è di più tecnologico e confortevole da trovare in un autoveicolo.

Lascia un tuo commento »

What is 5 + 8 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)