Candele di natale, meglio il fai da te

Giuseppe Leo 0
Candele di natale, meglio il fai da te

Per Natale ormai tutti si stanno già movendo, i mercatini hanno già aperto e anche se l’aria del Natale sembra compromessa dalla crisi in molti lottano per far si che non si deteriori totalmente. La candela è fra i simboli più acclamati, è economica e la sua fiamma è segno di una speranza che non si spegne mai. E comunque vada non c’è niente di meglio per accendere l’atmosfera natalizia. In realtà è meno complicato di quello che sembra bastano pochi semplici strumenti. È bene sapere quindi che serve come base la cera di paraffina, si trova facilmente nei negozi fai da te sotto forma di scaglie, sia colorata che bianca. Se poi si vuole rendere la propria candela più resistente e che bruci in maniera più costante basta aggiungere la stearina, in genere il 10% della quantità di paraffina della candela. Alcuni poi vendono anche preparati con le due sostanze già miscelate. Da non dimenticare lo stoppino, ovvero un filo di cotone imbevuto nella cera che i negozi specializzati vendono già pronto all’ uso. Ovviamente però la cera è solo la base per il resto la creatività pretende altri strumenti per dar sfogo alla propria arte. Come prima cosa poi la candela ha bisogno di una forma di base per la creazione, per questo basta farsi aiutare da stampi i quali possono essere trovati facilmente dai rivenditori in forma metallica.

Ma se vogliamo iniziare sperimentando possiamo utilizzare in principio delle lattine aperte nella parte alta o dei vasetti di vetro. Per sciogliere poi la cera sono necessarie delle pentole dal bordo alto, due, una più grande ed una più piccola. La cera comunque ha bisogno di essere sciolta a bagnomaria, fondamentale comunque è il materiale degli strumenti che utilizziamo, devono essere tutti in acciaio e mai in plastica o in legno. Il resto comunque è semplice, in principio ci vuole pazienza ma solo perché è  fondamentale seguire tutto passo per passo. Come prima cosa va preparata la pentola più grande con acqua portata ad ebollizione e nella più piccola va posta la paraffina. È fondamentale tenere le due sostanze separate, a quel punto vanno aggiunte sostanze colorate se la paraffina è bianca e profumate se vogliamo una candela profumata. Lo stampo va pulito bene e va aggiunto lo stoppino, per versare la cera sciolta a bagnomaria. Quando vediamo che si sta solidificando poniamo per un paio d’ore lo stampo in freezer,  per far si che dopo si stacchi facilmente dallo stampo. Un suggerimento comunque può essere quello di inserire dei fiori secchi nella candela o possono essere fissate sull’esterno con dei punti di colla. 

Lascia un tuo commento »

What is 8 + 4 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)