Diablo III: il Diavolo torna sempre

Luna 0
Diablo III: il Diavolo torna sempre

Sanctuarium, vent’anni dopo. I vecchi eroi sono stati dimenticati e ora vagano come anime in pena, resi folli dalle vicende che li ha visti coinvolti due decenni prima. Non possono far nulla per il male che minaccia nuovamente l’Umanità ed è necessario che nuovi prodi si ergano a sua difesa. I prodi in questione sono: un Barbaro, che fa della forza bruta la propria principale caratteristica, uno Sciamano, evocatore di bestie immonde, il Cacciatore di Demoni, maestro negli attacchi a distanza, l’agilissimo e spirituale Monaco e il Mago, devastante con i suoi poteri magici.

L’unica classe rimasta dai capitoli precedenti è il Barbaro, le altre raggruppano caratteristiche ereditate dai loro predecessori e importanti novità. Per prima non va sottovalutata la possibilità, per tutti i tipi di personaggi, di attaccare in mischia o a distanza, al contrario di quanto avveniva nei vecchi Diablo. Lo stampo hack’n slash (tipo di gioco fondato sul combattimento) rimane forte, ma sono state migliorati alcuni aspetti, che rendono l’esperienza di gioco più semplice e personalizzabile. La crescita del personaggio non si baserà più, infatti, sul dispersivo sistema ad alberi di abilità, ma avrà un respiro molto più ampio. Il loot, vera droga per i giocatori più incalliti, sarà una festa di oggetti di ogni tipo e valore, che è possibile vendere direttamente dall’inventario oppure ridurre a materie prime, utili per il sistema di crafting.

Al momento dell’acquisto, il gioco non prevederà una modalità PvP (player vs player) perché non considerata ancora adeguata dal team di sviluppo e sarà implementata in una futura patch. “Una volta lanciato il gioco ci focalizzeremo per fare in modo che le arene siano brutali, frenetiche e sanguinose” sono state le parole di uno dei membri del team al riguardo. Sarà inoltre molto interessante assistere al funzionamento delle discusse auction house, le case d’asta, dove è possibile vendere e comprare oggetti messi a disposizione da altri giocatori sia con valuta virtuale che con soldi reali.
La Blizzard, casa di sviluppo del gioco, ha fatto attendere 12 anni prima di uscire con questo terzo capitolo e oggi è il giorno che milioni di fan stavano attendendo. Diablo III è ora disponibile per l’acquisto nella versione normale a 51 euro e nella limitata collector’s edition a 79.90 euro. Quest’ultima comprende il gioco su DVD-ROM, la Pietra dell’Anima USB da 4GB dotata di base a forma di teschio di Diablo, la versione integrale di Diablo II e Diablo II: Lord of Destruction, contenuti di gioco esclusivi, il set di dischi DVD e Blu-ray “dietro le quinte”, un libro d’arte da 208 pagine e la colonna sonora di Diablo III su CD.

 

Siti in cui è possibili acquistare il gioco: Gamestop, Multiplayer.com.

Ecco il video di presentazione del gioco, che elenca anche le caratteristiche principali di tutti i personaggi utilizzabili:

Lascia un tuo commento »

What is 5 + 10 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)