Europei 2012: in Polonia ed Ucraina va in scena il Calcio

Giuseppe Leo 0
Europei 2012: in Polonia ed Ucraina va in scena il Calcio

Il week end che è appena trascorso sarà ricordato negli annali calcistici come una data importantissima. Sono infatti iniziati venerdì scorso gli Europei di calcio 2012. Quest’anno la manifestazione sportiva quadriennale si svolge nei Paesi di Polonia ed Ucraina. Questi due Paesi ospitanti sono in quanto tali, qualificati di diritto alla fase finale degli Europei. Questo vuol dire che Polonia ed Ucraina non hanno dovuto qualificarsi nel corso degli ultimi mesi per raggiungere la qualificazione. La prima gara inaugurale è stata svolta in Polonia ed è stata proprio questa a scendere in campo contro la Grecia. La gara è termina con il risultato di 1-1, un pari che ha aperto la strada alla Russia, impegnata  nello stesso girone assieme alla Repubblica Ceca, travolta 4-1. Emozioni quelle che sono scese in campo nel girone A degli Europei 2012 e che hanno trovato accoglimento dei tifosi russi in virtù del risultato ottenuto. Questa manifestazione vede quest’anno tante squadre in lista per la vittoria finale. La Spagna, impegnata nel girone dell’Italia, è sempre la squadra da battere, in quanto Campione del Mondo in carica e Campione d’Europa uscente.

Oltre agli spagnoli, ci sono altre realtà quali la Germania, che  ha ben figurato ai Mondiali e che può godere di una compagine di talenti eccezionale, composta da giocatori fisici e tecnici. Tutti giovani agguerriti che vogliono vincere qualcosa di importante. Non si può poi sottovalutare la Francia di Blanc, ex difensore dell’Inter, che quest’anno ha stravolto le macerie della nazionale francese dopo l’ultimo Mondiale ed ha rimesso in sesto una squadra che oggi fa paura a tutti. L’Italia arriva a questo Europeo con diverse perplessità. E’ ancora troppo fresco lo scandalo del calcioscommesse ed il gruppo Azzurro non è stato ovattato come accadde nel 2006, quando vinse i Mondiali. A differenza di 6 anni fa, stavolta la nazionale soffre eccome la pressione dei media ed il nervosismo è evidente. Ci sono poi dubbi sul gioco offerto dai nostri, visto che in questi mesi che hanno preceduto l’Europeo il CT Prandelli ha convocato tanti giocatori cambiando spesso modulo ed assetto in campo. Ovvio che tutto questo influisce sul gioco offerto da calciatori che hanno potuto giocare poco assieme. non è quindi lecito attendersi il gioco che può invece mostrare la Germania, tutto di prima ed a memoria. Tuttavia il tifo per la nazionale è indiscutibile. Staremo a vedere tra qualche settimana chi sarà ad ereditare lo scettro d’Europa dalla Spagna o se saranno ancora loro i vincitori.

 

Lascia un tuo commento »

What is 6 + 8 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)