Facebook crolla in borsa e Zuckerberg è fuori dalla top 10 dei miliardari

Giuseppe Leo 0
Facebook crolla in borsa e Zuckerberg è fuori dalla top 10 dei miliardari

Mark Zuckerberg non sta vivendo una bella estate. Il più giovane miliardario della Storia infatti ha dovuto letteralmente farsi due conti in tasca dopo il flop clamoroso che è arrivato a seguito dall’entrata in Borsa di Facebook. Il genio inventore del più famoso social network del mondo aveva investito molte speranze sull’ingresso a New York del suo Facebook. Tuttavia le cose non si sono messe bene sin da subito. Il prezzo delle azioni di Facebook infatti è iniziato a calare giorno dopo giorno, tanto che il Nasdaq ha deciso di rimborsare tutti coloro che avevano acquistato azioni legate al colosso americano. Da quel 18 maggio, data in cui Facebook ha fatto il suo ingresso in Borsa, il titolo è calato del 45%. Inizialmente ogni azione aveva un prezzo pari a 38,2 dollari. Oggi il prezzo per azione è di 21,1 dollari. Un calo spaventoso in appena 80 giorni. Numeri così nefasti che avrebbero potuto affondare qualsiasi società, qualora non vi fosse stato un capitale a monte solido. Le ripercussioni della Borsa si sono naturalmente viste anche sulla classifica dei miliardari di Bloomberg. In seguito al flop di New York, Zuckerberg è infatti stato scalzato dai primi 10 miliardari più ricchi del mondo. Certo, in queste settimane sono state tanti i colpi che Facebook ha dovuto incassare.

Recentemente è stato lanciato un Market dedicato al miliardo di utenti che ogni giorno utilizzano Facebook. Questo Market in pratica rende accessibili agli utenti una serie di App. Fatto sta che al momento i numeri non sono incoraggianti. Successivamente ci si è messa la notizia secondo cui l’8,7% dei profili che circola su Facebook sono profili fasulli. A livello di immagine non è certo stata una buona pubblicità per un’azienda che è alla ricerca di investitori. Eppure il valore di Facebook è immenso: dai 14 miliardi di dollari valutati inizialmente nel 2010, Facebook nel 2011 è stato valutato ben 50 miliardi di dollari. Ciò che forse Zuckerberg non aveva calcolato è senza dubbio il flop con le dovute conseguenze rimediato in Borsa. Lo scorso giovedì è stata una giornata nera per le Borse di tutto il mondo e Facebook ha perso ben 423 milioni di dollari. Tale cifra è stata comunque recuperata il giorno successivo quando il titolo è risalito. Vedremo quali saranno le decisioni e soprattutto le azioni che deciderà di intraprendere Zuckerberg dopo aver appreso che non è più uno dei primi 10 miliardari più ricchi al mondo. Sicuramente arriveranno novità nelle prossime settimane.

Lascia un tuo commento »

What is 5 + 7 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)