google world wonders, le meraviglie del mondo a portata di click

Giuseppe Leo 0
google world wonders, le meraviglie del mondo a portata di click

Chi non conosce il noto strumento di Google, Street View? Milioni di utenti in Rete ogni giorno consultano questo pratico ed utilissimo programma completamente gratuito, creato da Google per tutti gli utenti che sono alla ricerca di una strada specifica oppure che hanno bisogno di determinate coordinate. Da qualche giorno è apparsa sul Web la notizia che Google ha deciso di ampliare questo servizio gi di per sè eccellente, con un’implementazione chiamata World Wonders. In italiano: meraviglie del mondo. In cosa consisterà e come si potrà utilizzare uesta variante del noto Street View? Ebbene, ancora una volta sarà possibile compiere viaggi in tutto il mondo comodamente dal divano di casa propria. In particolare con World Wonders sarà possibile visitare tutte le meraviglie e le bellezze storiche, naturali presenti sia in Italia che nel resto del mondo. In totale saranno 132 siti i prescelti dai creatori di Google ed inseriti in memoria per 18 nazioni.

Le foto sono state scattate a 360 gradi. Ciò consente a chiunque decida di utilizzare il servizio World Wonders di poter vivere al centro della scena paesaggi mistici e nature meravigliose. Se con Street View bastava trascinare l’omino sulla mappa per far apparire la visuale stradale, il progetto World Wonders ha un sito completo dedicato. Esso infatti è una finestra sulle maestosità presenti sul globo e racchiude le immagini scattate dalle Google Cars da ogni parte della Terra. Senza perdere tempo prezioso, il sito a cui collegarsi è questo http://www.google.com/intl/it/culturalinstitute/worldwonders/. Si può inserire la località prescelta direttamente oppure utilizzare il comodo menù presente in alto. I luoghi selezionati da Google sono quelli che l’UNESCO ha considerato patrimonio dell’umanità. Google ha omaggiato questi luoghi non solo attraverso fotografie ad alta definizione, ma anche con un video illustrativo ed alcune informazioni geografiche oltre che turistiche per ogni luogo presente in archivio. Per le località italiane troviamo: Villa Adriana, gli Scavi di Pompei, i centri storici di Napoli, Firenze, Siena, Urbino, Pisa, le Cinque Terre, Costiera Amalfitana, Castel del Monte, la Val di Noto. Se siete quindi interessati all’arte o se siete incuriositi dopo aver letto questo articolo e volete toccare con mano quanto letto, non vi resta che collegarvi al sito internet sopra indicato. Ancora una volta la tecnologia ha compiuto un altro passo da gigante, sperando che l’uomo possa prendere coscienza dell’intero patrimonio culturale terrestre e preservarlo dal rischio di estinzione e da progetti non sempre atti a difendere le meraviglie terrestri.

Lascia un tuo commento »

What is 8 + 4 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)