iphone 5, apple rinuncia alla tecnologia nfc

Giuseppe Leo 0
iphone 5, apple rinuncia alla tecnologia nfc

Sono mesi molto caldi quelli che Apple sta vivendo. La creatura del compianto Steve Jobs pare infatti non riesca a produrre idee adeguate a quelle che sono state le rivoluzioni tecnologiche annunciate nel corso degli anni dal capostipite della Mela. Dopo la scomparsa di Jobs infatti, Apple ha immesso in commercio alcuni modelli di MacBook, ha lavorato per lanciare prima dell’estate il nuovo modello di iPhone 5, ha incrementato gli sforzi per realizzare il nuovo sistema operativo iOS 6, tuttavia manca sempre qualcosa. Tutti questi progetti e tutto il lavoro di questi mesi non è stato ancora possibile valutarlo. Eh già, poichè soprattutto per quel che riguarda il settore iPhone, Apple ne ha combinate di cotte e di crude, mandando su tutte le furie centinaia di utenti che attendevano prima dell’estate il lancio del nuovo iPhone 5 per contrastare le vendite del Samsung Galaxy S III. Così non è stato. Non solo, in queste ore circolano nuove importanti fughe di notizie riguardo alcune caratteristiche del nuovo iPhone 5 che verrà lanciato il prossimo autunno presumibilmente nel mese di ottobre. A quanto pare Apple rinuncerà alla tecnologia NFC sul nuovo dispositivo e quindi a quella tecnologia che consente i pagamenti mobile, al fine di incrementare l’autonomia della batteria.

Da che mondo è mondo, la batteria è sempre stato il tallone d’Achille di casa Apple, specificatamente per i prodotti iPhone. Non è un mistero che chi possiede un iPhone è costretto a ricaricarlo almeno un paio di volte al giorno per non correre il rischio di non arrivare a fine giornata o alla peggio è costretto a ricorrere a batterie portatili che ricaricano il terminale attraverso il cavo USB. La notizia arriva da una fonte autorevole come quella del Wall Street Journal, una delle testate più importanti del mondo. Apple starebbe in queste settimane cercando un’alternativa alla NFC per consentire l’acquisto ed il pagamento mobile, visto che tale problema riguarderebbe anche lo stesso Apple Store. La soluzione potrebbe essere PassBook, una applicazione utilizzata per gestire prenotazioni e acquistare biglietti, carte di imbarco. Si starebbe pensando di aggiornare tale applicazione per gli utenti registrati al sito iTunes e collegare i loro dati delle carte di credito direttamente all’App in questione. Tuttavia la NFC è considerata il futuro e gli analisti hanno pronosticato che entro il 2016 le transazioni attraverso tale tecnologia saranno superiori ai 600 miliardi di dollari! Non si capisce quindi la scelta di Apple di fare un passo indietro rispetto a ciò che è considerato il futuro delle transazioni.

Lascia un tuo commento »

What is 10 + 8 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)