TomTom, storia di un navigatore!

Giuseppe Leo 1
TomTom, storia di un navigatore!

Prima di tutto è bene ricordare che questo nome nasce come marchio registrato, solo la sua fama e il suo primato in seguito l’hanno portato a divenire, perché eletto dagli utenti, marchio del genere. Quindi ora nel modo di dire non c’è più Navigatore Satellitare ma direttamente il TomTom. È stato creato per tutti i veicoli, o almeno per buona parte, automobili, motociclette, palmari e smartphone. Questa sua fama l’ha portato ad essere il principale fornitore di sistemi di navigazione su tutto il territorio europeo, con sedi distaccate in tutto il mondo. Tutto ciò grazie alla nitidezza dei suoi prodotti nell’offrire una visione aerea del percorso. Inizialmente quando i navigatori hanno iniziato ad insinuarsi anche nella tecnologia cellulare c’era il bisogno di fornirsi di un GPS esterno. Quelli attuali non ne hanno più bisogno perché hanno il GPS incorporato. L’alta tecnologia di questi prodotti si notò anche dalla novità che portavano sul mercato di una voce la quale annunciava il percorso da intraprendere, il quale viene mostrato in tempo reale. L’azienda TomTom mette a disposizione poi, ulteriori servizi, ovviamente a pagamento dato la loro caratteristica. Come quella di informare il cliente in tempo reale sul traffico che può trovare sul percorso ma non solo anche sugli autovelox presenti lungo la carreggiata. TomTom, conosciuto in tutto il mondo come navigatore per lo più da auto, in realtà offre innumerevoli prodotti.

Come TomTom Rider, ovvero un modello creato appositamente per le moto e gli scooter, TomTom Navigator, in questo caso parliamo di un software per palmari. Addirittura con la sempre maggior presenza di smartphone come Apple iPhone, i software in vendita per tali prodotti sono sempre in aumento. Nasce così TomTom Mobile e TomTom App per telefoni intelligenti sempre più aggiornati e all’avanguardia anche per aiutarci a muoverci meglio. I prezzi per i TomTom variano in base a quelle che sono le esigenze, può essere comunque anche un bel regalo. Viaggia dai 120 ai 400 euro ecco perché è molto utilizzato oltre ad essere d’aiuto non è per niente caro. I modelli a disposizione sono molteplici, solo le versioni messe a punto per gli autoveicoli, fino a questo momento si possono raggruppare in quattro categorie, ovviamente ognuna con le sue caratteristiche e le sue funzioni, diverse. Si parte dalla categoria Entry Level fino alla Top Level, ovviamente in queste categorie ci sono prodotti che non vengono più inseriti sul mercato perché ormai obsoleti.

One Comment »

  1. Ferdinando 29 marzo 2019 at 18:02 - Reply

    Buon giorno,
    ma cosa significa il termine TOMTOM?
    Da cosa deriva la parola TOMTOM?

    GRAZIE

Lascia un tuo commento »

What is 10 + 7 ?
Please leave these two fields as-is:
Attenzione: per poter pubblicare il tuo commento devi fare la somma dei numeri che vedi (abbiamo introdotto questo controllo per via del troppo Spam)